gruppi

4. gruppi e spazi











home
la Rete delle reti
presentazione
qualità e sicurezza
formazione
spostamenti
gruppi e spazi
piattaforme
PAI, PIA, RAV, PdM, PTOF
modelli organizzativi
curricula
modelli didattici
non da soli

Riteniamo sia utile che ogni scuola, alla luce del distanziamento fisico e di una

eventuale ripresa della pandemia, faccia al più presto i propri calcoli,mappando bisogni,

disponibilità, spostamenti con tempi calcolati, ruoli definiti e

ottimizzazione generale anche con prove e simulazioni




A. CALCOLI E SIMULAZIONI
Giulio PAVANINI – Settore Nazionale AICQ EDUCATION


L’esigenza di mantenere il distanziamento anche durante le ore di lezione impone l’organizzazione dell’istituto scolastico per gruppi anziché per classi. Secondo l’opinione degli esperti (prof. Crisanti) questo non dovrebbe valere per la fascia dagli 1 ai 14 anni, vale invece per gli studenti dai 15 anni in su. Lo schema che segue si riferisce quindi agli istituti superiori.
 
 


CHI

CHE COSA

COME

QUANDO

RISULTATI ATTESI

DS e staff

Ricognizione delle risorse disponibili tra il personale docente

Moltiplicando ogni docente per 18 ore settimanali si ricavano le ore complessive disponibili

Entro luglio con la definitiva assegnazione dell’organico

Numero ore complessive (es. 150 docenti = 2.700 ore da 60’ ovvero 3600 unità da 45’))

DS e staff e coordinatori dei consigli di classe

Definizione dei possibili gruppi di studenti

Dividendo il numero complessivo degli studenti per ogni fascia di classe omogenea per coefficiente max contenibile nelle aule (per es. 15)

In contemporanea con il punto precedente

Numero gruppi (esempio 1500 studenti / 15 = 100 gruppi)

DS DSGA collaboratori scolastici.

Ente locale

Individuazione degli spazi

Disamina approfondita di ogni spazio disponibile inclusi corridoi, atri, aula magna, palestre, biblioteca e laboratori.

Entro il primo giorno di scuola

Assegnazione degli spazi per gruppi anche con rotazione (=nessun spazio libero in ogni minuto di scuola, incluso il pomeriggio)

DS e staff con responsabili dell’orario

Assegnazione ore ai gruppi classi

Ipotizzando ore di 45’ ogni docente sarà impegnato per 24 unità orarie settimanali.

Entro agosto

(seguendo l’esempio proposto 3.600 u.o. /100 gruppi =36 u.a. settimanali per ogni gruppo)

DS e coordinatori cdc

Progettazione didattica disciplinare

In base alle risorse, alle indicazioni nazionali e alle necessità di ogni gruppo/classe si definiscono le u.a. per disciplina - gruppo

A settembre prima dell’avvio dell’a.s.

Utilizzando la flessibilità e le quote di autonomia si intrecciano risorse e necessità.


Il Collegio delibera sulla articolazione modulare dell’ora di lezione e sull’eventuale recupero delle frazioni orarie ridotte (ipotesi delle 24 unità orarie). Il coinvolgimento della RSU potrebbe concordare incentivi per i docenti coinvolti. Il collegio delibera inoltre sugli obiettivi da raggiungere (PTOF) e ogni CdC provvede alla programmazione specifica tenendo conto dei calcoli effettuati e della situazione distributiva degli studenti che si determina.